…e infine P come Previdenza sociale e Protezione civile

 

55109866-letter-pschool-education-royalty-free-vector-art-pattern

Previdenza sociale

È il diritto di cui godono i lavoratori a ricevere prestazioni sociali adeguate nel caso in cui si concretizzino particolari situazioni di difficoltà, del tutto impreviste, nel corso della propria vita lavorativa, fra le quali rientrano malattie, infortuni, invalidità e disoccupazione involontaria. Sono ricomprese nel concetto di previdenza sociale anche le prestazioni pensionistiche erogate al termine del percorso lavorativo, come forma di remunerazione per il periodo della vecchiaia.

Nel corso dell’emergenza legata alla diffusione del virus Covid-19, numerosi lavoratori hanno visto ridurre il proprio orario di attività o addirittura sospenderlo del tutto. Sono state così previste prestazioni sociali ad hoc su tutto il territorio nazionale, come la cassa integrazione guadagni in deroga per una durata massima di 9 settimane e un indennizzo di 600 euro mensili per le partite IVA e i lavoratori autonomi.

*

Protezione civile

Il Dipartimento della Protezione Civile è la struttura del governo che si occupa della prevenzione, gestione e superamento di situazioni di emergenza. Si tratta di una struttura istituita dalla legge sul servizio nazionale di protezione civile, legge 24 febbraio 1992, n. 225, e fa capo alla Presidenza del Consiglio dei ministri.

La protezione civile ha avuto un ruolo centrale nella predisposizione e nella realizzazione delle operazioni di fronteggiamento della crisi. Il 31 gennaio 2020, il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza, per la durata di sei mesi, in conseguenza del pericolo legato alla diffusione del Covid-19. Al Capo del Dipartimento della Protezione Civile è stato affidato il compito di predisporre, coordinare e realizzare, su tutto il territorio nazionale, le azioni di soccorso e assistenza alla popolazione, al potenziamento dei controlli nelle aree aeroportuali e portuali,, al rientro in Italia dei cittadini che si trovano nei Paesi a rischio e al rimpatrio dei cittadini stranieri nei Paesi di origine esposti al rischio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...